Maturità 2022

Il ministro Bianchi non ha fornito dettagli specifica ma sembra possano esserci altre novità per i prossimi maturandi sulle modalità di svolgimento degli esami finali del percorso di studi della secondaria di II grado. Così il ministro risponde a Repubblica alla domanda se cambierà l’esame di stato: “Di certo, partiremo da quella dell’anno scorso. Ha dato ottimi risultati. Al centro resterà l’elaborato realizzato dal maturando a casa e discusso all’esame”.

Lo scorso anno l’esame era composto da un elaborato assegnato dal Consiglio di classe entro il 30 aprile e inerente al percorso svolto e delle discipline caratterizzanti l’indirizzo di studi.

Sulla base dell’elaborato, si avviava un colloquio orale che comprendeva, inoltre: discussione di un testo già oggetto di studio nell’ambito dell’insegnamento di Lingua e letteratura italiana; analisi di materiali (un testo, un documento, un’esperienza, un problema, un progetto) predisposti dalla commissione con trattazione di nodi concettuali caratterizzanti le diverse discipline; esposizione dell’esperienza svolta nei PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento).

MATURITA’ 2021

I candidati privatisti hanno sostenuto un esame di ammissione che, come nella norma, è stato svolto nelle prime settimane di maggio.

Anche quest’anno la maturità si è stata formato ridotto. Pregi e difetti della forzata modifica causa pandemia ce ne sono ma è inutile stare ad elencarli. Come detto non è stata una scelta misurata ma una causa forzata e come tutti ci siamo adattati alle necessità.

Possiamo dire che abbiamo ottenuto grandi risultati sia fra i privatisti che gli interni. Un merito particolare ai 100/100 ma gli sforzi sono di tutti e il voto finale non condiziona certamente l’impegno.

Grazie anche al corpo docente che si è sempre reso disponibile e ancora di più negli ultimi due anni con lezioni in presenza, online forzata o meno, correzioni a distanza e supporto con ogni mezzo a disposizione.

Questo è il nostro Istituto e il merito è di tutti quelli che ci lavorano.